9 consigli per fotografare un hotel-b&b con un iPhone o uno smartphone di alta gamma – parte 2


Continuiamo con i consigli su come fotografare un hotel, un appartamento o un B&B con il vostro smartphone.

Impostazioni

Se il vostro smartphone appartiene ad una gamma medio-alta (e questo articolo in realtà si dovrebbe rivolgere esclusivamente a questo tipo di dispositivi…) la vostra fotocamera vi dovrebbe permettere di giocare abbastanza tra le impostazioni manuali. Cercate di modificare la combinazione tempo/diaframma per ottimizzare l’esposizione sulle gamme medie. Se regolate l’esposimetro sulle alte luci rischiate di non avere una luminosità ottimale sugli arredi che potrebbero uscire troppo scuri.

Un raggio di sole che attraversa la stanza potrebbe dare quel tocco in più in grado di rendere meno monotone le vostre inquadrature, anche se dovesse creare un effetto “bruciato” sulle aree illuminate.

Utilizzate le impostazioni manuali della fotocamera dello smartphone per ottimizzare l’esposizione già dallo scatto.

Treppiedi

Ebbene si, l’uso di un treppiedi per smartphone è l’arma in più per ottenere delle foto di qualità.

Anche se ai vostri occhi le vostre stanze sembrano abbastanza luminose, per i vostri smartphone molto probabilmente non lo saranno, e non potendo alzare gli ISO senza perdere di qualità, utilizzare treppiedi vi permette di allungare i tempi di esposizione per ottenere foto nitide e soprattutto ferme che non sarebbe altrimenti possibile realizzare.

Basta fare un giro su Amazon per trovarne di ogni tipo, forma e grandezza a prezzi super abbordabili.

La soluzione ideale sarebbe quella di averne uno più grande per le inquadrature delle stanze e uno più piccolo da poter posizionare su un tavolo o un mobile, per realizzare foto di dettagli, magari delle vostre colazioni tanto per fare un esempio.

Utilizzate uno treppiede da smartphone.

Inquadrature

Mostrate le vostre stanze per come sono, cercando di inquadrare per intero il letto. Le inquadrature fatele rigorosamente in orizzontale per valorizzare l’ampiezza delle stanze. Cercate di avere una inquadratura da almeno uno dei due angoli frontali ed almeno una dalla parte della testata del letto per mostrare l’altro lato della stanza.

Se lo smartphone può mostrare una griglia per facilitare l’inquadratura rendetela visibile ed utilizzatela per mettere in bolla gli assi verticali ed orizzontali della struttura.

Stiamo sempre parlando di foto di interni, ed anche se non siete professionisti non siete esentati dall’avere immagini di stanze perfettamente dritte, sia orizzontalmente che verticalmente.

Evitate di realizzare inquadrature “creative” con angolature strane, troppo dall’alto o dal basso, sono brutte e basta.

Provate a cercare sull’App Store o sul Google Play qualche app di livella a bolla, sicuramente vi aiuterà moltissimo.

E ripeto, non dimenticate mai di far vedere le stanze per intero limitandovi solo alle foto di dettaglio. I dettagli rendono piacevole l’impatto visivo, ma sono le foto delle stanze per intero che venderanno la vostra struttura.

Non dimenticate infine di fotografare i bagni, cercando se possibile, di evitare di inquadrare i vasi.

Inquadrature base da realizzare nelle vostre stanze.

PRECEDENTE

CONTINUA

This post is also available in: Inglese